Comune di Anagni

Chiesa San Giacomo

Comune di Anagni
lunedì 24 luglio 2017
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sulla nostra pagina google plus Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube Seguici tramite feed RSS
Ricerca assistita Guida alla ricerca
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Chiesa San Giacomo
Icona freccia bianca
Home Page » Vivere la Città » Monumenti » Chiesa San Giacomo

ggggggg

Chiesa di San Giacomoaudio   Si percorre così Viale Regina Margherita fino ad arrivare in piazza Ruggero Bonghi di fronte all’ampia scalinata della chiesa di San Giacomo. Secondo la tradizione San Domenico fondò ad Anagni un monastero, ma solo sotto papa Innocenzo IV fu costruita questa chiesa dedicandola a San Giacomo e Santa Lucia. Il complesso fu sede di una rinomata scuola di Teologia e Filosofia, presso cui insegnò anche San Tommaso d’Aquino. Nel 1770 la chiesa fu rinnovata grazie al finanziamento del cardinale spagnolo Tommaso de Boxadors, appartenente all’ordine domenicano. Nel 1873 il comune trasformò il convento il ospedale e nel 1888 su interessamento dell’allora sindaco Vincenzo Giminiani, fu ceduto al Convitto “Regina Margherita”.

Al centro della facciata settecentesca, coronata da un timpano, una porta dà accesso alla chiesa ad una sola navata. Colpisce il pavimento cosmatesco in cui, in prossimità del presbiterio, si trova una pietra tombale, risalente del XIII secolo. Tra le numerose opere d’arte qui conservate risaltano il Tabernacolo per l’Olio Santo attribuito presumibilmente a Vassalletto, e la Croce di San Tommaso. Si tratta di una grande croce dipinta a fresco formata da una serie di lettere maiuscole apparentemente disposte in maniera disordinata. Si riconoscono tuttavia delle frasi di invocazione alla croce, che richiamano quelle composte da Venanzio Fortunato nel VI secolo.

Testo © Dott.ssa M. Giudici

fffff

Church of Saint Jamesaudio

It goes through so Regina MargheritaAvenueuntil you reach the Ruggero Bonghisquare at the wide steps of the church of SaintJames. According to tradition, SaintDomenicofounded a monastery at Anagni, but only under Pope Innocent IV this church was built and it was dedicated to Saint Jamesand Saint Lucia. The complex was the site of a renowned school of theology and philosophy, where Thomas d’Aquino taught. In 1770 the church was renovated with funding from the Spanish Cardinal Thomas de Boxadors, belonging to the Dominican order. In 1873 the town turned the monastery into a hospitaland in 1888 to the interest of then Mayor VincenzoGiminiani, it was ceded to the boarding school "Regina Margherita".

In the middle of the eighteenth century façade, crowned by a pediment, a door gives access to the church with a nave. Of particular interest is the cosmatesque floor where, close to the presbytery, there is a tombstone dating to the thirteenth century. Among the numerous works of art preserved here,there are the Tabernacle for the Holy Oil attributed presumably to Vassalletto, and the Cross of San Tommaso.This is a large cross painted in fresco made up of a series of uppercase apparently arranged in a disorderly fashion. They recognize, however, the phrases of invocation to the cross, that recall those composed by VenantiusFortunatus in the sixth century.

 

Ultima modifica

lunedì 20 giugno 2016

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Anagni è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it